Ci sono due modi per cambiare la nostra vita: uno è cambiare il nostro modo di vivere, la realtà che ci circonda; l'altro è intervenire su quel magico, microscopico, interruttore bioelettrico nascosto nei meandri della nostra mente, che cambia la realtà in un clic.

mercoledì 21 luglio 2010







-

Oggi entro in ufficio, mi guardo intorno e con simpatia penso:


S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i fosse vento, lo tempestarei;
s'i fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i fosse Dio, mandereil' en profondo;

s'i fosse papa, allor serei giocondo,
ché tutti cristiani imbrigarei;
s'i fosse 'mperator, ben lo farei;
a tutti tagliarei lo capo a tondo.

S'i fosse morte, andarei a mi' padre;
s'i fosse vita, non starei con lui;
similemente faria da mi' madre.
Si fosse Cecco com'i' sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
le zoppe e vecchie lasserei altrui.


Dovrò fare penitenza…



(Cecco Angiolieri - Siena, 1260 circa – Siena, 1312 circa)

-

4 commenti:

  1. Grande Cecco! Io però sparerei, altro che fuoco e fiammne, piombo ci vuole!!!

    Ciao da Antonio.

    RispondiElimina
  2. PREFERIVO PREVERT, MA VA BENE UGUALE. SONO CONTENTA CHE ANCHE A TE LE POE PIACCIONO, CIAO!

    RispondiElimina
  3. Ehi, posso averne altre cosììììì?????? Vai, continua, mi stai piacendo........

    RispondiElimina
  4. Anch'io mi sento, così, solo ogni mattina, sob, sob..........

    RispondiElimina

Lettori fissi

Powered by Blogger.