Ci sono due modi per cambiare la nostra vita: uno è cambiare il nostro modo di vivere, la realtà che ci circonda; l'altro è intervenire su quel magico, microscopico, interruttore bioelettrico nascosto nei meandri della nostra mente, che cambia la realtà in un clic.

martedì 9 agosto 2011

SAPERLO DA SEMPRE





"Io credo che le istituzioni bancarie siano più pericolose per le nostre libertà di quanto non lo siano gli eserciti permanenti.

Se il popolo americano permetterà mai alle banche private di controllare l'emissione del denaro, dapprima attraverso l'inflazione e poi con la deflazione, le banche e le compagnie che nasceranno intorno alle banche priveranno il popolo dei suoi beni finché i loro figli si ritroveranno senza neanche una casa sul continente che i loro padri hanno conquistato. "


Thomas Jefferson (1743 – 1826), uomo politico americano, terzo Presidente degli Stati Uniti d'America.


-

16 commenti:

  1. Citazione più che condivisibile che da qualche parte nel blog avevo utilizzato...Rimarcherei con:
    "E' un bene che il popolo non comprenda il funzionamento del nostro sistema bancario e monetario, perchè se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina"....
    questo scriveva Henry Ford,1863-1947

    RispondiElimina
  2. Vedo e rilancio con:

    "Quando un Governo dipende dai banchieri per i danari, questi ultimi, e non i capi del Governo, controllano la situazione, dato che la mano che dà è' al di sopra della mano che riceve. Il danaro non ha madrepatria ed i Finanzieri non hanno patriottismo , nè decenza: il loro unico obiettivo è il profitto."

    Napoleone Bonaparte, 1815

    L'uomo impara dai propri errori per qualche anno, poi dimentica.

    RispondiElimina
  3. In pochi a capire i primi a soccombere sotto il peso delle parole che mi affliggono l'anima, o quello straccio di coscienza che vive in simbiosi con il mio corpo...
    Mark di officina 9/08/2011

    RispondiElimina
  4. Thomas Jefferson è stato un grande. Gli altri che ci hanno provato sono stati uccisi. Ora tocca al popolo in tutto il mondo a sovvertire le "loro" regole..
    Ciao, a presto

    RispondiElimina
  5. # I am:

    Da quando hai aperto il nuovo blog sei molto più grintosa, mi fai quasi paura, non è che ti stai trasformando in Julia Timoshenko, vero? :-)

    RispondiElimina
  6. Ciao Exo, sei tornato tra noi finalmente!

    Io ne capisco molto poco di banche e bancari ma da quel che so sono persone che non badano a nulla se non ai loro interessi. E trovo molto ingenuo chi affida i risparmi a certi personaggi!
    Non aggiungo altro.. è meglio che lascio parlare chi sa!
    Ciao e a presto!
    :-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Sara,

    sì è stato un periodo molto intenso e non sono ancora in ferie, proprio faticoso... ma anche molto bello :-).

    Aehmmm... Non è necessario affidare i risparmi, se in tasca hai quei ridicoli foglietti colorati che chiamano banconote o quei pezzi di plastica con la striscia magnetica denominata bancomat, vuol dire che gli abbiamo affidato la nostra vita, anche senza volerlo. Ma nella moderna schiavitù, come nell'antica, mica sei tu a scegliere, certe cose devi farle e basta.

    A prestooooooo............

    RispondiElimina
  8. Be' devo dirti una cosa quando incontri la Morte che è di fronte a te e non ti porta via, la vita ti cambia radicalmente, Sei libero completamente, vedi le cose in modo completamente diverso e la cosa che è più divertente sei te stesso. Ti piaci, ti ami ed hai voglia di comunicare a tutti tante cose, mostrare un arazzo nel suo insieme e sperare che vedano. Se non lo fanno va bene lo stesso.
    Ciao e buona notte

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. I am:

    bhe, sono felice che la signora con la falce abbia fatto marcia indietro certi happy hours si possono tranquillamente rimandare. Hai mai visto il file "Fearless - senza paura" con Jeff Bridges? Il tuo commento me lo ha ricordato. E' un bel film, se hai voglia...

    Anche a me è successa un'esperienza simile, ma non sono cambiato: sono volato in auto finendo in un burrone di dodici metri circa, l'auto si è distrutta dal lato passeggero, si è ribaltata, sono finito a testa in giù. Una volta arrivato, ruote che giravano, e tutto il resto, sono uscito dal finestrino ho recuperato i miei occhiali che a tutt'oggi porto e non hanno subito un graffio, la mia valigetta, ho guardato l'auto carcassa e mi sono incamminato per risalire il burrone.
    Due poliziotti hanno visto la scena e mi aspettavano sul ciglio del burrone, mentre salivo in cravatta e valigetta, con occhiali senza montatura intatti.

    "Sta bene?" mi chiedono.
    "Sì"
    "Vuole andare in ospedale?"
    "E perchè?"

    Mi hanno fatto la multa per eccesso di velocità in un tratto segnalato. C'era un cantiere in corso ma la segnaletica era fatta malissimo e gli incidenti nel tratto sono stati più di uno.

    Passa da lì un mio amico (???) vede la scenza, mi porta per precauzione in ospedale, nessuno mi crede quando dico quello che è successo, io non ci volevo andare, ma ho pensato "magari sono tutto rotto dentro e non me ne sono ancora accorto, magari sono sotto shock e me ne accorgerò solo dopo...".

    Appena mi mettono il collare, dico "Ahi, che male, toglietemi questa roba mi tira"
    "Deve tirarti"
    "Non mi ha fatto male una catastrofe di volo e devo soffrire adesso per il collare, no, via"

    Non sono cambiato per niente. Solo che da allora mi sono sentito protetto. E' il ricordo che ho di quando stavo a mezz'aria. La vita non mi è sfrecciata davanti, non c'è stato il tempo. Era tutto assai strano. Pensavo solo a mantenere l'equilibrio dentro l'auto. Non mi sono neanche pentito dei miei peccati, sono cose che se non fai prima, quando hai molto tempo a disposizione, non riesci a fare di certo all'ultimo secondo quando il tempo è ormai scaduto... Nella vita, in ogni cosa, occorre essere "preparati". Anche alla morte.

    Beh, staremo qua ancora per un po' a "essere niente" :-)

    RispondiElimina
  11. Bella esperienza. Neanche a me la vita è sfrecciata avanti, stavo da dio. Non avevo dolori, non sentivo il corpo.. Penso che la vita sfrecci avanti quando si muore veramente.
    Esatto staremo ancora qui a comprendere che in noi c'è un grande alchimista......
    Ciao splendida giornata

    RispondiElimina
  12. Si prepara un'estate de fuego!!!
    Qualcuno ha detto.... alla fine i conti qualcuno li deve pagare..... sta' succedendo proprio questo....
    Il conto, se non si è capito, lo pagheranno come sempre i soliti Idioti un po' intontiti dal sole d'agosto....
    Aspetto con curiosità la manovra......
    Live simply take it easy
    Alberto

    RispondiElimina
  13. # Alb,

    beh, gli altri Paesi mica stanno meglio, vedi quello che succede in Inghilterra, per adesso una crisi sì e uno scandalo pure. E non hanno l'Euro. Gli Stati Uniti declassati. E non hanno l'Euro. E' un periodo così, io la manovra non voglio neanche conoscerla!!!!!

    RispondiElimina
  14. Già appunto.... non è un paese nella zona euro ma detiene una bella fetta di debito dei paesi della zona euro... E questo è un segnale d'allarme molto significativo di quello che sta per abbattersi sull'estate europea.
    Io sono di nuovo in montagna ... a lezione di orto ;-)
    Buona giornata Exo
    Live simply take it easy
    Alberto

    RispondiElimina
  15. Ciao Exodus,
    Grazie per il commento sul mio post !
    Comunque peccato che sia cosi tardi e che io sia cosi rintronata perchè mi stavo gustando il tuo blog...Ma, ci ritornerò
    P.S.: Complimenti per il tuo francese

    RispondiElimina
  16. # La Baguette:

    Grazie e a presto! :-)

    RispondiElimina

Lettori fissi

Powered by Blogger.