Ci sono due modi per cambiare la nostra vita: uno è cambiare il nostro modo di vivere, la realtà che ci circonda; l'altro è intervenire su quel magico, microscopico, interruttore bioelettrico nascosto nei meandri della nostra mente, che cambia la realtà in un clic.

martedì 8 febbraio 2011

AMORE E' - PARTE SETTIMA




L’amore è una malattia ribelle, che ha la sua cura in se stessa, in cui chi è malato non vuole guarirne, chi ne è infermo non desidera riaversi”.

Ibn Hazm


L'amore non è un prodotto del pensiero. Il pensiero è il passato. Può ricordare, ricreare amore ma non sperimentarlo. L'amore non è pensiero.

L'amore è sempre attivo presente. Non è "amerò" oppure "ho amato".

Se conosco l'amore non seguirò nessuno. L'amore non obbedisce. Quando amo non c'è rispetto, né irriverenza. So amare? Amare senza odio, gelosia, rabbia, condanna, senza far paragoni né voler interferire con ciò che l'altro fa o pensa. So cosa vuol dire?

Dove c'è amore c'è paragone? Quando amo qualcuno con tutto il cuore, la mente, il corpo, tutto il mio essere, c'è paragone?


Quando mi abbandono completamente a quell'amore allora non c'è l'altro, non può esserci paragone perché l'altro è in me.


L'amore ha delle responsabilità e dei doveri? Nel dovere non c'è amore. La struttura del dovere in cui sono intrappolato distrugge l'amore. Lo sostituisce con un pallido simulacro di cui io conosco la natura, ma non oso rivelarla a me stesso, accettandolo come “amore”. Costretto a fare qualcosa dal dovere, dal mio dovere, non amerò quello che faccio. Potrò accettarlo, ma non lo amerò.


L'amore è libero, non è sottomesso mai al destino”.

Guillaume Apollinaire


Quando c'è amore non c'è dovere o responsabilità. Lo so, accade tutto dentro di me, lo colgo con uno sguardo, interamente: la mia famiglia, nazione, fede, religione, il mio dolore, le mie lacrime, me stesso, se non c'è amore sono solo brutture dentro di me.


Quando il mio cuore vede questo, lo scopre realmente, allora la verità si rivela e ha termine il mio dolore.


Voglio scoprire cos'è Amore ma temo la verità. Temo la fine dell'illusione, scoprire di non amare, che è tutta una finzione che io stesso ho costruito. Ho applicato un'etichetta che non rispecchia niente, non contiene niente. Il vuoto dietro. Potrei scoprire di non amare. Potrei voler distruggere tutto, la finzione. Potrei perdere la strada, quella che costruisco da tutta una vita sulla base dell'idea che ho dell'amore, che non è amore ma solo la sua rappresentazione.

Ma questa è paura e la paura non è amore. Se ho paura, non c'è amore. Dipendere non è amore. Non lo è la gelosia, la possessività, il desiderio di dominare, impormi, manipolare per il mio successo o il bene altrui, la riuscita degli altri con i miei mezzi.

Non è amore tutto ciò. Sono simulacri in cui cerco di nascondere rabbia, risentimento, odio, senso di privazione, per poi definirlo convenzionalmente Amore.


Ho chiesto alla mia ex moglie di fare l’amore ancora una volta. Ha risposto “sul mio cadavere!”.

Ed io: “Beh, sì… come sempre”

Woody Allen


E' questo “amore” che la Società mi chiede: controllabile, omologato, prevedibile. Privo di vita, energia, bellezza, così pericolose in un organismo che vuol restare identico a sé stesso, privo di dirompenti slanci vitali.

Responsabilità e dovere non sono amore. L'autocommiserazione neppure. L'angoscia di non essere amato non è amore. L'amore non è l'opposto di odio. Allora cos'è, cos'è...?

Continua...


-

2 commenti:

  1. Fin'ora hai detto tutto quello che non è amore ... significativo questo. Non capisco se queste tue parole sono concomitanti a una tua ricerca oppure se è il percorso che tu hai già compiuto per arrivare alla tua risposta (dando per scontato che una risposta ci sia).
    Una giornata di sole per te.

    RispondiElimina
  2. Beh... è come trovare un filone d'oro: prima di arrivarci devi togliere tutta la terra attorno.

    E' come "il regno di Dio somiglia ad una perla più preziosa di altre, una volta trovatala vendi tutte le altre per acquistarla".
    E' un po' così perchè tutti parlano di amore che è ormai una merce cui nessuno fa caso. Io credo che sia l'energia dell'Universo. La creazione è un atto di amore. Non crei ciò che non ami. Crei ciò che vuoi amare. Per questo per me è così importante a tutti i livelli. Credo che tutto il creato si muova su di un piano di amore, è la vera energia motrice di tutti. La soluzione.

    Risposta??? Scherzi, l'ultimo post sarà una sorpresa, lascerà ancora più dubbi di quando si è partiti. Però almeno, come è successo a me, potrà dare mezzi nuovi per scoprire l'amore nella propria vita. So cos'è l'amore, ma non sono capace di spiegarlo a parole. posso sperare di indicare una via affinchè ognuno lo trovi. Così posso anche rileggere spesso e non perdere io la via.

    Ciao!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Powered by Blogger.