Ci sono due modi per cambiare la nostra vita: uno è cambiare il nostro modo di vivere, la realtà che ci circonda; l'altro è intervenire su quel magico, microscopico, interruttore bioelettrico nascosto nei meandri della nostra mente, che cambia la realtà in un clic.

mercoledì 16 febbraio 2011

AMORE E' - PARTE OTTAVA



Incontrare l'amore senza cercare è l'unico modo per trovarlo.

J. Krishnamurti


Posso incontrare l'amore senza bisogno di disciplina, pensiero, sforzo, libro, maestro, guida? Incontrarlo come si incontra un bel tramonto? Esserne immerso come un viandante smarrito in una giornata di pioggia, che lo bagna fin nel profondo? Incontrarlo ignaro, non come risultato di uno sforzo, progetto, esperienza?

Come un fiore profumato che posso odorare o ignorare. Il fiore è lì. Che io sia vicino o lontano per il fiore non ha importanza. E' bello, ricco di profumo, lo distribuisce a chi vuole accoglierlo. Posso decidere di odorarlo profondamente, guardarlo con piacere. O ignorarlo. L'Amore è lì.


L'amore nasce quando vuole e come vuole, nudo e libero, non domandategli passaporti perchè viola impunemente le dogane.

Paolo Mantegazza


L'Amore non appartiene al tempo. E' qui e ora. Sempre nuovo, fresco, vivo. Non è ricordo di amore, nostalgia di un passato. Non ha ieri né domani. E' al di là della confusione del pensiero. Solo una mente innocente sa cos'è Amore. E una mente innocente può vivere nel mondo, che innocente non è.

Posso scoprire l'Amore, questa dimensione meravigliosa, che l'uomo cerca eternamente nel sacrificio, nell'adorazione, nel rapporto, nel sesso, in ogni forma di piacere e di dolore, solo quando il mio pensiero arriva a comprendere se stesso, e giunge naturalmente alla fine del processo di pensiero. La fine tanto temuta. L'amore è lì.


L'amore è cieco, ma sa vedere da lontano.

Proverbio Russo


Andare al di là del pensiero e del tempo realmente vuol dire andare al di là del dolore. Vuol dire essere consapevoli di una diversa dimensione chiamata Amore. Ma non so raggiungere la meravigliosa sorgente. Ho cercato ma non l'ho trovata. Ho sfruttato, spremuto i miei sensi, colmandoli di esperienze per arrivare a ciò che è chiamato Amore, ma non è durato. Devo continuare ad alimentare questo fuoco che altrimenti si spegnerà. E sono stanco. E questo Amore?

Posso raggiungere l'Amore solo quando smetto di torturare i miei sensi, vista, udito, olfatto, gusto, tatto, cercando di fargli sperimentare cosa sia l'Amore. L'amore è oltre i sensi. Non vi accederò guardando di più, gustando di più, udendo, toccando. Potrà rallegrarsi la mia vista, colorare la mia giornata, appagare i miei sensi, ma non sarà mai amore. Non gli darà mai vita.

A questo punto molti si chiederanno se conviene spendere sforzi alla ricerca di quel mitico Amore, visto che così tante cose “non è”. Forse si può vivere benissimo senza, gustando invece le emozioni che il nostro corpo e la nostra mente ci regalano, senza andare troppo in là nella ricerca. In effetti è questa la condizione dell'uomo: si ciba di tante cose che chiama Amore; cerca di tenere vivo il sentimento che chiama Amore; stimola i sensi per tener vivo Amore; si chiede se quello che prova sia ancora Amore.


L'amore è come la febbre: nasce e si spegne senza che la volontà vi abbia alcuna parte.

Stendhal


Ciò che ho trovato non dura in eterno. Lo comprendo. Sono stanco, non ho incontrato ciò che davvero è Amore. Cosa farò allora? Lotterò, combatterò, mi sforzerò, pianificherò, m'impegnerò. Ma ho compreso che non servirà. Non voglio più conoscere il simulacro dell'amore, l'ho incontrato troppe volte.

Non so più cosa fare.

Decido di non fare niente. Assolutamente niente. Non voglio sentire più niente, non voglio credere più niente. Intimamente, entro nel più completo, ignoto, sorprendente silenzio. Nonostante gli stimoli forsennati, voglio restare in quel silenzio, e li allontano, perché ho scoperto l'inganno e so che in essi non c'è Amore, più non possono fuorviarmi. Allora mi rendo conto che non cerco, non voglio, non vado a caccia, non c'è assolutamente un centro.

Allora c'è amore.


Che l'amore è tutto, è tutto ciò che sappiamo dell'amore.

Emily Dickinson


_

4 commenti:

  1. Bello, penso che tutto sta racchiuso nella similitudine che fai col fiore ... quello è!

    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  2. # Emanuela:

    la foto del tuo pane nel post di oggi sul tuo blog m'ha messo una fame!

    RispondiElimina
  3. Per ciò che riguarda l'amore fra uomo e donna è vero che arriva proprio quando non si cerca , però se ci si pensa ci si accorge che eravamo pronti per l'amore, forse prima non l'avremmo accolto.

    RispondiElimina
  4. # Lorenza:

    magari per tutto l'Amore che esiste al mondo la soluzione è "essere pronti" piuttosto che "cercare". Ciao.

    RispondiElimina

Lettori fissi

Powered by Blogger.