Ci sono due modi per cambiare la nostra vita: uno è cambiare il nostro modo di vivere, la realtà che ci circonda; l'altro è intervenire su quel magico, microscopico, interruttore bioelettrico nascosto nei meandri della nostra mente, che cambia la realtà in un clic.

lunedì 29 dicembre 2014

PELOSI MAESTRI ZEN

Ciao a tutti, allego le foto dei miei maestri di ZEN, spero Vi piacciano, me li ha chiesti Graziana, basta guardarli in azione per buttare via parecchi libri ormai inutili....

E FELICE NUOVO ANNO A TUTTI!!!!!!!






16 commenti:

  1. Fantastici i "tuoi" maestri Zen. E che espressione eloquente ... Quasi quasi mi mettono in soggezione. Grazie infinite Exo; bellissimo dono il tuo, davvero ...
    Ti rinnovo affettuosamente i miei auguri per un Anno Nuovo Felicissimo. Grazie ancora :-)

    RispondiElimina
  2. Soggezione? Ma noooo!!!!! A casa mia comando io... almeno finchè non imparano ad aprirsi il pacco delle crocchette da soli!!! :-)

    Felice Nuovo Anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li riguardo nuovamente: è il gattino in secondo piano quello che lascia di frequente la casa? Mi riferisco alle prime quattro foto. Lo sguardo interrogativo verso l'obiettivo si rivolge anche a me: "Ma che vuoi tu da noi?? Cosa vuoi sapere"? Ancora un mondo di auguri Exo ...

      Elimina
    2. Sì, è lui che è vagabondo, però torna per pranzo, cena, notte, quando fa freddo, per riposare... è vagabondo ma furbo!!!!! E poi sono entrambi coccoloni, la femmina (in primo piano) di più....!

      Elimina
  3. Ciaooo!
    Che spettacolo i tuoi mici, veramente bellissimi. Io ora ho un coinquilino cane, che adoro, ma confesso che i gatti mi affascinano in modo speciale ... e mi mancano ...
    Un abbraccio Exo, bello rileggerti, e un mondo di auguri per tutto il meglio che tu desideri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao emanuela,

      Beh, se devo dire la verità io non subivo tanto il "fascino" dei gatti è che... della mia femmina ("Easy") mi sono innamorato quando aveva due mesi e nessuno la voleva perché era fragile e malatina, ho passato mesi a curarle un'occhio. Cmq credo che il sentimento sia stato reciproco :-) Per il maschio è stato diverso: è arrivato e ha occupato militarmente la casa, anche lui a due mesi, più che il "fascino" ho subito la "faccia tosta"!

      Cmq passo molto, molto tempo ad osservarli, anche mentre dormono, mi fanno ridere, commuovere, divertire, mi insegnano cosa vuol dire riuscire a dilatare il tempo quanto basta a riposare, farsi un sonnellino, o un'arrapicata sugli armadi... Sono i Padroni del (loro) Tempo, le lancette vanno pianissimo con loro.

      Buon 2015, a risentirci, Ciao!!!!!!!

      Elimina
  4. Anch'io coinquilini cani che per noi fanno parte della famiglia, ma il gatto come dici tu ha una personalità affascinante. Buon Anno Emanuela!!!

    RispondiElimina
  5. Exo, passo per un saluto per te e i tuoi amici maestri Zen. E' passato già un anno?! Un soffio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Maestri Zen pelosi insegnano che se vuoi che gli altri ti amino devi prima di tutto amarti talmente tanto che vengono da Te incuriositi per capire come mai stai così bene. Se invece vai da loro per ottenere qualcosa si ritirano infastiditi. Regola universale. Chi non si ama è difficile venga riamato. Chi si ama diventa attraente. La fase due è: quando rompono troppo e cercano di prosciugare tutte le tue energie, chi si ama dice no. Vedrai che tornano anche dopo!

      Ciao, Buon 2016 a tutti!!!!!

      Elimina
    2. Grande maestro Exo; come non tornare da te?!
      Non puoi sapere quanto beneficio traggo dalle tue parole. Sono una persona che prosciuga tutte le sue energie per l'esterno e nulla o quasi serba per sé e non riesco ad uscire da questo circolo vizioso. L'ho fatto per troppo tempo. Sento che non va ... Anche i beneficiari del mio zelo disapprovano. Volerò basso ma guarderò in alto e nel mio volo modesto cercherò ti amarmi di più. Grazieeeee!!!!!! Buon 2016 a te! Alla prossima lezione!!!!

      Elimina
    3. Noto il tuo profilo ridotto all'osso. Non ci sono più i blog che seguivi; abbastanza fisiologico in verità,non esistono più :)
      Non ci sono informazioni su di te ... sparite pure quelle o forse non ci sono mai state. Ma una cosa resta, il tuo blog. Di questo ti ringrazio. So che l'hai salvato pure per me. Se sono troppo presuntuosa o egocentrica, correggimi. Ciaoooo!!!!

      Elimina
  6. Mai state. L'unica informazione valida è questa: sono un peccatore. Greco, peccare = "difettare da un piede", uno che zoppica insomma, che avanza nella vita a fatica. Così ha tanto tempo per guardarsi intorno. Non ho handicap fisici, ma riconosco i limiti spirituali, e quelli ti tengono inchiodato.

    Per il blog: capisco che qualcuno lo cancelli come si cancella un'attività che non rende niente, ma se non ti aspetti altro da un blog se non "quello che è", perché cancellarlo. Molti non se ne rendono conto ma l'eliminare, il decluttering, il cancellare, è assolutamente funzionale ad una civiltà capitalistico consumistica, in cui le cose devono servire un tempo e poi, se non hanno un'utilità, essere buttate per far spazio a qualcosa di nuovo, che puntualmente il ns. generoso sistema ci fornisce... Qualcosa di nuovo da consumare. E poi gettare. E poi di nuovo. Io non butto mai niente, e se si occupa troppo spazio meglio, vuol dire che altre cose altrettanto inutili non potranno entrare. Quando sarà il momento tutto andrà via da solo.

    Beh, se anche una sola persona ringrazia per il mio blog, perché mai cancellarlo??? Al massimo è Google che dovrà stufarsi di me!!!!!

    Anzi, c'è una gattina che ha deciso che devo darle da mangiare più volte al giorno, quest'estate mi entrava in casa e mangiava il cibo degli altri due gatti, quindi il mio incasinamento aumenta: mi entra in casa, sbafa ma non vuole essere toccata, né catturata, la piccola selvaggia di cinque mesi (una volta l'ho catturata e portata dal veterinario), mi sta incasinando da folli, perché devo tenerla separata dagli altri due, ma lei ha deciso che il mio maschio è il suo papa,. che tragedia, rimorchia più il mio gatto sterilizzato che io da intero :-)

    Ciao Graziana!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rileggo con un sorriso stampato in faccia tutto questo post, ed è un crescendo il mio sorriso che diventa riso e risata alla fine, sebbene lo avessi letto attentamente più di un anno fa. Ma dimmi, il nuovo arrivato alla fine si è accasato? "Il papà" lo ha accolto? Exo, sentivo il bisogno di salutarti e l'ho fatto così, brutalmente, come se ci fossimo sentiti ieri. Ti rinnovo ciclicamente il mio augurio di Vita buona perché vivo in questo periodo un ritmo più dilatato e umano. Per me ogni giorno è Capodanno!!!!

      Elimina
    2. Catastrofe con la piccola peste: abbiamo scoperto che è ammalata di leucemia, malattia mortale per i gatti e che si trasmette con un niente, basta uno spruzzo di saliva, o mangiare e bere dalla stessa ciotola. La piccola peste, battezzata LUPIN perché mi entrava di nascosto in casa a rubare le crocchette già a due mesi, è stata sterilizzata e questo dovrebbe allungarle la vita (evitando il calore). Per il resto... E' la prova che nella vita conta di più la fortuna/sfortuna che ogni altra cosa, quindi tanto vale non preoccuparsi troppo della vitta, tanto non se ne esce vivi (Mark Twain o G.B. Shaw, non ricordo).

      Per il resto, appena apro le finestre, che siano le sei del mattino o le undici, lei è lì in attesa sui tetti del vicinato dove trova rifugio e comincia a miagolare per segnlarmi la sua presenza. E' più puntuale di un gallo all'alba. E la sera, al rientro dal lavoro, è ancora lì che aspetta, e se rientro tardi è comunque lì; e se rientro tardissimo mi basta chiamarla e lei è lì su qualche tetto che aspetta la sua razione di cibo e si precipita.

      Le tiro giù da un terrazzino una vasca in plastica legata ad una corda con le crocchette dentro, lei salta dentro e consuma colazione o cena. Poi rimane nei paraggi per poter continuare a consumare il pasto in un secondo tempo.

      Non posso offrirle una cuccia in quanto è un pericolo per gli altri due gatti, ammesso che non li abbia già infettati, e questo lo vedrò, solo a febbraio, tempo necessario allo sviluppo degli anticorpi. Se hanno contratto il virus non hanno scampo neppure loro. E mi sono ancora più preziosi in quanto so che potrebbero lasciarmi.

      Il "Papà" è continuamente "stalkerizzato" dalla piccola, che non lo molla un attimo quando è qui, tanto da costringere quel gatto prepotente e rissoso a ripiegare in ritirata di fronte a quella peste insistente...

      Come ti dicevo, occorre accettare le cose così come sono, siamo impotenti di fronte a troppe cose, ma a volte si può anche ridere delle tragedie, anche quelle che riguardano i nostri piccoli compagni di viaggio a quattro zampe. La prova dell'impotenza, che ti fa anche drammaticamente ridere? Ho fatto tanto per riuscire a tener lontano la piccola peste, pur dandole da mangiare, ma lei non se ne va. E mi "molesta" il gatto maschio, vuole giocare ed essere coccolata da lui. Alcuni giorni fa, ancora troppo vicini, fa uno starnuto che ha praticamente "lavato" il mio gatto: altro che prevenzione dai virus, l'ha letteralmente cosparso, tanto da farlo scappare. Una scena così drammatica e così assurdamente buffa...

      D'altronde dovrei smettere di darle da mangiare, ma poi me la ritrovo tutto il tempo sul terrazzino, inoltre è troppo tardi... E poi non mi va di toglierle il cibo... Sarà anche ammalata ma non sembra proprio, anzi sembra aver ingoiato la dinamite.

      Speriamo bene e che il 2017 sia un anno migliore!!! Ciao, Buno anno anche a TE!!!!!!

      Elimina
    3. Rileggo il mio commento, impreciso, in verità. Mi riferivo al tuo ultimo commento che non è così datato, 26 settembre 2016, pochi mesi fa ... Vabbè ...

      Mi dispiace per la micetta malata, però leggo altri contenuti incisivi: "siamo impotenti di fronte a troppe cose", " ... a volte si può ridere delle tragedie". Si dovrebbe vivere con leggiadria, ovvero senza affanni ... bella cosa sarebbe. Sempre lezioni di saggezza.

      Non sapevo, almeno per i gatti, che la leucemia avesse origini virali.

      Io sono certa che i tuoi maestri Zen non contraggano nulla in quanto si sono progressivamente immunizzati.

      Anche la gattina malata continuerà a farti visita a lungo.

      Se non prima ci si sente a febbraio, per aggiornamenti.

      Ancora Buon Anno!

      Elimina
    4. Chissà se si ci può immunizzare contro la vita stessa e le sue tragedie? Se no, allora dobbiamo imparare a vivere con i nostri limiti!!! Restiamo in linea per gli aggiornamenti, il mio blog non sparisce: è come il cartone dopo il trasloco che rimane lì per vent'anni senza che nessuno lo tocchi... Incidenti tecnici permettendo!!!!! Ciao!!!

      Elimina

Lettori fissi

Powered by Blogger.